Il masochismo provoca dipendenza

by FIORINO

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      $8.99 USD  or more

     

1.
2.
3.
04:45
4.
5.
6.
7.
03:49
8.
9.
10.

credits

released January 20, 2015

tags

tags: acoustic Rome

license

all rights reserved

about

FIORINO Rome, Italy

Matteo Fiorino è nato alla Spezia nel 1980 e scrive canzoni per ricordarsi di dimenticare. Imbarcato in estate come marinaio- cuoco sugli yacht, esorcizza il proprio malessere scrivendo canzoni sulle ex (sue e di terzi). Di recente ha esordito con l'album "Il masochismo provoca dipendenza" (Frivola Records), un album che tira le somme su esperienze di vita non ancora totalmente digerite. ... more

contact / help

Contact FIORINO

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: Stornello dell'interfaccia
Se il passato e' una zavorra, il presente una condanna
e il futuro una minaccia
che ti piaccia o non ti piaccia, lo sostengo e non demordo
il ricordo e' un interfaccia

che contiente un palliativo con effetto retroattivo
per lenire sta vitaccia
che contiene un palliativo con effetto retroattivo
e la vita non ti schiaccia

Quante volte il fallimento delle mie promesse vane
buone a far cascare il mondo
m'ha spiegato che confondo la mezzora col minuto
e il minuto col secondo

ma il ritardo non si accusa finche' regge come scusa
che ho toccato adesso il fondo
no, il ritardo non si accusa perche' in fondo non c'e' scusa
senza dentro un girotondo

E giocando un terno al lotto per trattarti da signora
e dormire alla buon ora
penso gia' alla tua postura, la paura fa novanta
ma a novanta fai paura, a novanta fai paura, a novanta fai paura

Se il passato e' una zavorra, il presente una condanna
e il futuro una minaccia
te lo dico dritto in faccia, non ho mica dei problemi
che ti piaccia o non ti piaccia, lo sostengo e non demordo, lo confermo e lo ricordo
che il ricordo e' un interfaccia

che contiente un palliativo con effetto retroattivo
e la vita non ti schiaccia
che contiene un additivo con effetto digestivo
per lenire sta vitaccia
che contiente un palliativo con effetto retroattivo
e la vita non ti schiaccia
che contiene un digestivo con effetto lassativo ma
a novanta fai paura
a novanta fai paura
Track Name: La buona occasione
Sulla preferenziale
ho lasciato la mancia che il vigile offre al maiale

Ferie sperimentale
fare un viaggio in città senza uscire dalla tangenziale

milioni d'ernie e di paure
nascoste nelle autovetture

promesse da nuovi incentivi,
con aperitivi che ti lasciano vuoto

ma nessuno si è accorto che sono cresciuto?
ma nessuno si è accorto che sono cresciuto?
ma nessuno si è accorto che sono cresciuto?

Dominerò il viale
seguirò ogni sorpasso e gli inventerò un altro finale

solo per aspettare
una buona occasione per affacciarmi a salutare

milioni d'ernie e di paure
rinchiuse nelle autovetture

promosse da piazzisti svegli,
sposati con mogli che invocano aiuto

ma nessuno si è accorto che sono cresciuto
ma nessuno si è accorto che sono cresciuto
ma nessuno si è accorto che sono cresciuto
ma nessuno si è accorto che sono cresciuto
Track Name: Amanda
Amanda, da quando non ci sei
c'e' una spina che infilza l'Italia
dal mio piede minaccia l'Australia
se spingo giu', se spingo giu'
Amanda, da quando non ci sei
vedo l'Italia trafitta da una spina
mi sveglia l'ansia, l'ansia ogni mattina
mi tiene su, mi tiene su, mi tiene su

Con il vento che soffia da sud-est
il magone arriva dalla Marche
puntuale ma spesso in anticipo
si presenta armato di forche
dopo scende in mare e rolla le barche

Amanda, tu dici che ci sei
ma mentre penso che non posso averti amica
arrivo a Genova in men che non si dica
era un po piu' in la, l'han spostata in qua
Amanda, tu dici che ci sei
ma ho speso un anno a capire il presente
che ora e' passato ed e' cambiato niente
sei cambiata tu, non mi dar del tu, sei cambiata tu

L'unico rimpianto e' averti tradita delicatamente
ma tornero' di moda e come una cintola
mi indosseranno in chissa' quante
in me vedranno Dio ed io in loro le sante

Amanda, se e' vero che ci sei
di a quella spina che puo' pungere anche meno
che sei tornata a dissetarmi col tuo seno
che ci sei tu e ci pensi tu
E mentre ti cerco nei musei
San Girolamo si batte il petto
ripenso a noi e quasi quasi ti aspetto
ma anche no, anche no, anche no, anche no, anche no
Track Name: L'esca per le acciughe
Ho sentito il desiderio ben preciso di vedermi sollevare dal sorriso di una femmina che inventa un’altra moda per difendersi dal caldo quando suda e convincermi che veste meglio nuda

Non è il caso di aspettare chi si lascia galleggiare per dissimulare fughe fare l’esca per le acciughe mentre il cuore fa le rughe

Ho sognato di vedermi alleggerito nel momento stesso in cui ho respirato la promessa di inventare un nuovo stile che dichiari la mia dieta senza sale ed innalzi l’autostima senza pile

Non è il caso di contare le ore perse a galleggiare per dissimulare fughe fare l’esca per le acciughe mentre il cuore fa le rughe

fare l’esca per le acciughe mentre il cuore fa le rughe fare l’esca per le acciughe mentre il cuore fa le rughe
Track Name: Verme solitario antropomorfo
Sei scappata in India senza dirmi se

vai per fare ammenda o a cercare te.

Ora nell’agenda dovrò scriver che

se il mio letto affonda non sarà con te.

Poi mi scrivi “ne ho fatta di strada,

se non altro ora sono più magra”,

e mi spieghi che hai tolto la benda

per vedere meglio il mondo che affonda.

Ma alla fine di due lunghi mesi,

due gettoni (i meglio che hai spesi!)...

mi telefoni al cellulare:

“torno perché mi manca il tuo odore”.

Ora, senza benda, vedi meglio me:

sei tornata in India per fuggir da te.

Una macchia tonda sulla fronte e

indossi una tenda stretta attorno a te.

Poi però ti rincontro alla sagra,

ti lamenti che sei troppo magra,

e mi spieghi che hai tolto la tenda:

“è più forte di me ero orrenda”.

Ma adesso che mi accingo ad amarti,

mi domando se è meglio legarti;

e adesso che mi accingo a legarti, mi domando se è il caso di amarti.

Sei rimasta incinta, l’India che c’è in me

ti ha finalmente vinta ma pretendi che

la chiamiamo India se femmina è;

ma è bene che ti arrenda, ché se maschio è...

verme solitario antropomorfo, verme solitario antropomorfo...

verme solitario antropomorfo, verme solitario antropomorfo...

verme solitario antropomorfo, verme solitario antropomorfo...

verme solitario antropomorfo, verme solitario antropomorfo...

A tutte le tipe giovani emancipate,

che escono dai sangrìa party rovinate

e crescono dopo che si sono laureate

ma passan giornate a dire cagate.

Arriva il giorno in cui parton per l’India,

han la coscienza sporca e provano a pulirla,

imparano il Mantra, puliscono il Karma,

però quando ritornano non sanno a chi darla:

Han la griglia dei sentimenti sfasata
Han la griglia dei sentimenti sfasata
Han la griglia dei sentimenti sfasata
Han la griglia dei sentimenti sfasata
Track Name: Senso di colpa
Ho un senso di colpa a immedesimarmi
nei panni di coloro che sanno bastarsi
nei panni di chi e' lungi da immedesimarsi
perche' non ha nessun bisogno di fuggirsi
ho un senso di colpa a immedesimarmi
se temo di invidiare chi sa migliorarsi

Ho un senso di colpa a immedesimarmi
o ho un blocco cattolico
o il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico

O e' il senso di colpa a immedesimarsi
nei panni di un pretore per poi condannarmi
e vede solo malafede nei miei intenti
cosi' non mi concede neanche le attenuanti
E' il senso di colpa a immedesimarsi
e' meno verosimile ma puo' anche darsi

Ho un senso di colpa a immedesimarmi
o ho un blocco cattolico
o il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico
Ha senso sfogarsi per poi domandarsi
se blocchi un cattolico
"ma che senso ha la colpa se poi a scatenarla
e' un blocco cattolico?"

Ho un senso di colpa a immedesimarmi
se fingo di ignorare che so immedesimarmi

Il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico
il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico
il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico
il senso di colpa e' immedesimarsi
in un blocco cattolico
Che senso ha la stampa
se poi a filtrarla e' un tubo catodico?
Che senso ha la scuola
se poi a interrogarti e' un uomo preistorico?
Che senso ha l'amore
se non puoi sdraiarti su un prato bucolico?
Che senso ha la vita
se non puoi goderti un sabato alcolico?
Un sabato alcolico, un sabato alcolico, colico
con le coliche
Track Name: Mauro
Mauro vale di più da quando sta insieme alla Vale,
da più di sei mesi,
non se lo riescono a spiegare
i più maliziosi depennati.

Meno male che cambiano le cose, meno male,
le combinazioni che si divertono a stupire
non hanno rispetto dei candidati.

Mauro crede che se nell’universo femminile
non c’è luna piena
non sia possibile ululare
le notti trascorse senza inviti.

Niente rumore, solo un petalo che crolla
quando una donna smette di sentirsi bella.
Resta l’odore dentro un petalo che crolla
quando una donna smette di sentirsi bella.

Mauro vale di più ora che sta insieme alla Vale,
son più di sei mesi
che in giro non si fa vedere,
non più argomenti complicati.

Poco male se fa aspettare gli altri, poco male,
il porno è il governo di chi si fa desiderare
da chi respinge gli altri inviti.

Tutto l’inverno attaccati con la colla,
stretta nel bruco si nasconde la farfalla,
passa il freddo, la ragione torna a galla
quando una donna smette di sentirsi bella,

quando una donna smette di sentirsi bella,
quando una donna smette di sentirsi bella,
quando una donna smette di sentirsi bella,
quando una donna smette di sentirsi bella,
quando una donna smette.
Track Name: Caratteri dominanti
Dietro l'inganno di un incontro sperato
ti aspetta un viaggio col biglietto sbagliato
che dalla coda delle poste e' partito
la coincidenza lascia sempre l'invito

Sono le formule da rinvenuto
che ti sollecitano verso l'attrito
sono le formule da rinvenuto
che apron lo stomaco se hai poco appetito
ma se ripenso a come mi hanno tradito:
chianina cruda che non ho digerito

Nella mia carne e' ritornato Nerone
ad incendiare libri, fiori e corone
ma nell'oroscopo di oggi il Leone
divora il cancro senza alcuna ragione

E intanto il tempo, il tempo passa
castiga tutti meno chi si rilassa
il tempo e' fatto come la nassa
che ti imprigiona appena sbagli la mossa
ma se ripenso a come l'ho fatta grossa:
chiederle "scusa" quando non era piu' rossa
la colpa e' dei caratteri dominanti
c'avemo do' caratteri dominanti

Dimmelo tu come si puo' andare avanti
se della tua indipendenza ti vanti
non sono cronache di poveri amanti
dimmelo tu come si puo' andare avanti
c'avemo do' caratteri dominanti
c'avemo do' caratteri dominanti
c'avemo do' caratteri dominanti
c'avemo do' caratteri dominanti
Track Name: Borghesia napoletana
Borghesia napoletana
ogni fine settimana che ti metti in libertà
riproduci in filigrana il miracolo di Cana
e lo chiami dignità.

Dal Cilento a Ventotene fai parlar solo di te,
del timore che all’inferno tutto l’anno metta inverno
e raffreddi il tuo caffè.

Ogni fine settimana porti in mare la tua tana
e dai fuoco alla città.
Sei devota ancora al pene ma aggiornata a crudité,
prendi a schiaffi la miseria mentre con la faccia seria
sfiori appena il tuo buffet.

Soffia il vento a Ventotene, fai parlar sempre di te,
nel timore che all’inferno tutto l’anno metta inverno
bevi in fretta il tuo caffè.

Borghesia napoletana, borghesia napoletana, purché sia napoletana, purché sia napoletana..
Track Name: Stoner di Portorotondo
Se sul Tirreno infuria la tempesta
e come minimo hai mal di testa
temi di non digerire la pasta
Sei l'innocente mezzo-marinaio
a piedi nudi col salvadanaio
sorte migliore del tuo giornalaio

Ma intanto dentro ti fai una domanda
vale la pena lavarsi con l'onda
per guadagnare come Dio comanda
o preferisci levare la tenda

A piedi tutto il santo giorno
la sala macchine e' un altoforno
pregusti il brindisi del tuo ritorno

Le due colonne di Portorotondo
le due colonne piu' antiche del mondo
danno al sollievo un sospiro profondo
sei giunto salvo a Portorotondo

Entrando elegantemente nel porto
contempli la nautica da diporto
e scopri che l'imperialismo e' risorto

Gli ormeggiatori di Portorotondo
gli ormeggiatori piu' mori del mondo
guidan gommoni che non vanno a fondo
nemmeno se li buchi fumando
Gli ormeggiatori di Portorotondo
gli ormeggiatori piu' mori del mondo
prendono il sole, il sole piu' biondo
nuotan nel mare profondo

La mia domanda a Portorotondo
e' che mi accolga se fuggo dal mondo
ma c'e' domanda a Portorotondo
di posti barca piu' grandi del mondo
si', c'e' domanda a Portorotondo
di posti barca piu' grandi del mondo
Canto lo Stoner di Portorotondo
canto lo Stoner piu' moro del mondo
canto lo Stoner di Portorotondo
canto lo Stoner piu' moro del mondo